Medico specialista denunciato: sospeso perché no-vax continuava a lavorare.

Un Medico Specialista in Neuropsichiatria continuava a lavorare nonostante la sospensione perché no-vax. Denunciato.

È accaduto a Bologna. Ora una dottoressa specializzata in Neuropsichiatria rischia la condanna penale perché continuava ad esercitare nonostante la sospensione da parte dell’Ordine dei Medici.

I carabinieri del Nas, assieme all’Ispettorato del Lavoro, l’hanno presa in fragranza di reato denunciandola. Era stata sospesa perché no-vax.

La professionista cinquantenne ha continuato a lavorare in ambulatorio e per questo è stata denunciata per esercizio abusivo della professione.

A quanto si è capito, oltre a segnalazioni da parte di alcuni assistiti sarebbe giunto alle forze dell’ordine l’input dell’Omceo che l’aveva sospesa e quindi invitata a non esercitare.

Come lei sono centinaia in Italia e nella Repubblica di San Marino i Medici e gli Infermieri sospesi e beccati a praticare la professione nonostante la sospensione.

È guerra aperta ai Professionista della Salute che non hanno voluto immunizzarsi e che con il Super-Green Pass saranno costretti anche a rimanere a casa durante le festività natalizie, di Capodanno e dell’Epifania.

L’articolo Medico specialista denunciato: sospeso perché no-vax continuava a lavorare. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.