Rinnovo Contratto Pubblico: più soldi e novità per Infermieri, OSS, Ostetriche e Professioni Sanitarie?

0 0
Read Time:2 Minute, 33 Second

Rinnovo Contratto Pubblico: quali novità per Infermieri, OSS, Ostetriche e Professioni Sanitarie? Più soldi ma non solo. Ecco le aspettative per la contrattazione del CCNL 2019-2021.

Rinnovo Contratto Pubblico, fuoco alle polveri.

Oggi le principali sigle sindacali incontrano l’ARAN per dar via alla contrattazione del CCNL 2019-2021.

Molte le aspettative, sopratutto a fronte di un contratto 2016-2018 definito trasversalmente come deludente.

Vediamo quali sono le possibili novità per i quasi 550.000 lavoratori pubblici del comparto sanità.

Maggiorazione stipendi.

La maggiorazione trasversale media al momento è stimata attorno ai 90 (novanta) euro lordi che, emendati degli elementi stipendiali già anticipati e già presenti in busta paga, come l’indennità di vacanza contrattuale, assommano a poco più di 70 (settanta) euro lordi medi cadauno.

Non una gran cifra considerando che sono oltre 10 anni che gli aumenti sono centellinati, in barba alla sempre maggiore richiesta di professionalità a cui corrisponde un aumento sensibilissimo di responsabilità, anche legale.

Diritti e doveri.

L’ultimo contratto aveva portato alcune novità interessanti in ambito dei diritti dei lavoratori. Ancora niente è certo, corre voce che ci saranno proposte interessanti: attenzione alle voci mobilità, ferie e diritto d’ufficio.

Vediamo invece la situazione delle singole realtà professionali.

Ostetriche e Professionisti Sanitari.

Ostetriche e Professioni Sanitarie riceveranno sicuramente un adeguamento salariale ma secondo l’atto di indirizzo approvato dal governo, sono veramente pochi i fondi destinati agli indennizzi. Si parla di 100 milioni da dividere tra le professioni sanitarie della riabilitazione, della prevenzione, tecnico-sanitarie e di ostetrica, assistente sociale e oss.

Briciole.

Obiettivo dichiarato del contratto sarà anche un’individuazione di un livello di incarichi più elevato da destinare alle posizioni che richiedano un’alta specializzazione e/o più elevati livelli di autonomia e responsabilità gestionale, professionale ed amministrativa.

Un’opportunità per due professioni sanitarie e ostetriche che partendo da presupposti diversi arrivano entrambe troppo spesso a farsi dirigere da altri professionisti (medici e infermieri).

Infermieri ed Infermieri pediatrici.

Per quanto riguarda le professioni infermieristiche, invece, sono 335 i milioni di indennità specifica ottenuta dopo un forcing da parte della FNOPI con i Ministeri.

Per capire di quanto si tratta, basta considerare che i professionisti dipendenti pubblici sono 265.000 circa.

Che spartendosi questi milioni, ottengono 1264 euro lordi annui.

Una possibile opportunità è data dalla volontà di contrattare un potenziamento della figura dell’infermiere di comunità/famiglia, la contrattazione collettiva dovrà porsi l’obiettivo di rafforzare il ruolo di specifiche posizioni e ruoli non dirigenziali.

Staremo a vedere.

OSS.

Per gli Operatori Socio Sanitari è adesso o mai più. Forti delle vittorie politiche recenti, possono veramente pretendere qualcosa di concreto.

E il concreto si manifesta nel passaggio di categoria da B a C, con conseguente aumento di stipendio (leggi qui).

CCNL 2019-2021: inizia la contrattazione.

Fuoco alle polveri quindi, con molti sindacati già agguerriti. Sarà una dura lotta con l’ARAN? Auguriamo buon lavoro a tutte le parti in causa.

L’articolo Rinnovo Contratto Pubblico: più soldi e novità per Infermieri, OSS, Ostetriche e Professioni Sanitarie? proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %