Quando un OSS viene sostituito da un Ausiliario si può parlare di abuso professionale?

0 0
Read Time:1 Minute, 21 Second

Se un Operatore Socio Sanitario viene sostituito da un Ausiliario si può parlare di abuso professionale così come accade quando un OSS sostituisce un Infermiere?

Carissimo Direttore di AssoCareNews.it,

vorrei invitarVi ad una riflessione. Nella turnistica OSS del reparto di rianimazione in cui lavoro, è stato da poco inserito un ausiliario non in possesso della qualifica da Operatore Socio Sanitario.

Lo stesso ausiliario, applica il mansionario degli OSS e viene inserito anche nella turnistica notturna con due infermieri, ad assistere 6 pazienti di rianimazione.

Questa pratica si svolge indisturbatamente senza che nessuno sollevi dubbi.

Immaginiamo che un OSS venga inserito nella turnistica degli infermieri e che applicasse lo stesso mansionario che gli stessi adottano nella loro attività lavorativa.

Si tratterebbe di abuso di professione? Nel primo caso per l’ausiliario.

Si tratterebbe di demansionamento? Nel primo caso per l’OSS.

E’ evidente che un ausiliario non deve svolgere le mansioni dell’OSS così come l’OSS non deve svolgere le mansioni degli infermieri.

Tutto questo avviene nel tacito assenso generale.

Per aver solo ipotizzato ed espresso la riflessione di cui sopra, sono stato ritenuto un “rompino”…

Saluti.

Un OSS

Carissimo lettore,

certamente non essendo l’OSS un professionista non si può parlare di abuso professionale. Certamente il problema è complesso e un Ausiliario che non ha alcuna competenze nell’ambito assistenziale di base può arrecare danni al Paziente. Ci informeremo sul caso e torneremo a parlarne. Grazie per la segnalazione.

Angelo Riky Del Vecchio, Direttore AssoCareNews.it

L’articolo Quando un OSS viene sostituito da un Ausiliario si può parlare di abuso professionale? proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %