Acqua negli ospedali non supera i test di analisi. Rischio danni alla salute, infermieri e medici preoccupati.

0 0
Read Time:1 Minute, 1 Second

Acqua negli ospedali non supera i test di analisi. Rischio danni alla salute, infermieri e medici preoccupati.

Test di analisi boccia acqua minerale italiana.

La notizia, per quanto interessante, non avrebbe pertinenza con l’ambiente sanitario, se non fosse che l’acqua in questione è una delle più diffuse all’interno degli ambienti sanitari del nostro paese: l’acqua San Benedetto.

Il suo consumo infatti viene stimato (come distribuzione ai degenti, al personale e al pubblico frequentatore) in migliaia di litri ogni singolo giorno.

Il test tedesco ha preso in considerazione ed analizzato 50 bottiglie di marchi diversi di acqua minerale, analisi biochimiche e di packaging.

Il risultato?

All’interno di questa acqua sono state isolate quantità di cromo, uranio, boro oppure residui di fitofarmaci. I livelli di tali sostanze risultano ai limiti di legge. Non potevano mancare anche pesticidi e dolcificanti quali acesulfame K.

Infermieri e medici hanno dimostrato forte preoccupazione sui social, tanto che alcuni avrebbero presentato ufficiali richieste di intervento alle direzioni generali e al ministero.

Leggi anche:

Arsenico nell’acqua in Italia: interviene l’Unione Europea.

L’articolo Acqua negli ospedali non supera i test di analisi. Rischio danni alla salute, infermieri e medici preoccupati. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %