Librandi (UIL Fpl): “pochi soldi e ritardi non giustificati sugli atti di indirizzo nuovi contratti, Governo tuteli PA”.

0 0
Read Time:1 Minute, 50 Second

Pubblica Amministrazione. Librandi (UIL-FPL): Ritardi ingiustificati sugli atti di indirizzo per i rinnovi contrattuali e risorse insufficienti per la riclassificazione del personale.

“Un ritardo ingiustificato per l’emanazione degli atti di indirizzo propedeutici al rinnovo dei contratti pubblici” cosi’ Michelangelo Librandi, Segretario Generale della UIL-FPL. Il problema riguarda soprattutto Infermieri, Infermieri Pediatrici, Ostetriche, OSS e Professioni Sanitarie.

“Il 10 marzo abbiamo sottoscritto un Patto alla presenza del Presidente Draghi e del Ministro Brunetta che segnava un cambio di passo importante rispetto all’immobilismo delle Istituzioni negli ultimi anni, ma è necessario mantenere gli impegni presi e rispettare il cronoprogramma. Bisogna recuperare anche il ritardo per una seria riforma della Pubblica Amministrazione: noi non ci tiriamo indietro al confronto, anche non-stop, ma ci servono gli strumenti idonei ad avviare la fase negoziale per il rinnovo dei contratti”.

“Abbiamo milioni di dipendenti pubblici che si sono prodigati al massimo nel corso della pandemia, pagando anche pesanti prezzi sul piano personale: lavoratori che hanno dimostrato il loro valore, la propria professionalità, il proprio senso del dovere nelle corsie degli ospedali, nelle strade, negli asili, negli uffici pubblici. Adesso è il tempo del riconoscimento e delle risposte” continua il Segretario, che afferma “Sollecitiamo Regioni ed Anci, come ha già fatto anche il Ministro Brunetta, ad emanare gli atti di indirizzo, necessari ad avviare il confronto per il rinnovo contrattuale dei lavoratori della Sanità e delle Funzioni locali. Dobbiamo procedere spediti verso un nuovo modello di lavoro pubblico improntato alla valorizzazione delle persone, alla crescita delle competenze, alla produttività e a una migliore qualità dei servizi verso i cittadini e le imprese”.

“E mancano ancora le risorse aggiuntive per la classificazione del personale, un piano immediato di assunzioni straordinarie. Ancora non è stata sbloccata la contrattazione integrativa, così i limiti di spesa per l’assunzione del personale e gli investimenti per la sicurezza e la formazione continua del personale” continua il Segretario, che conclude “il 10 marzo sono state poste le basi per un proficuo confronto, ma solo a parole. Adesso confidiamo nei fatti.”

L’articolo Librandi (UIL Fpl): “pochi soldi e ritardi non giustificati sugli atti di indirizzo nuovi contratti, Governo tuteli PA”. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %