Onore a tutti gli Infermieri morti di Coronavirus in Italia e nel mondo.

0 0
Read Time:3 Minute, 0 Second

Onore a tutti gli Infermieri morti per far fronte alla Pandemia da Coronavirus.

Non è possibile l’annuale celebrazione della Giornata Internazionale dell’Infermiere senza rivolgere il doveroso pensiero ai tanti che si sono spesi in eroici atti di solidarietà e che non torneranno più.

Da più parti questo periodo di pandemia è stato equiparato, per obiettive motivazioni, ad un periodo di guerra, seppure con la differenza che il nemico, pur conosciuto, è invisibile e, per ciò stesso, subdolo.

Ma tutte le vittime di guerra non sono differenziabili: hanno perso la propria per la vita degli altri, per la vita di tutti: indifferentemente.

E’ questo il senso dell’onore che noi tutti dobbiamo a Caduti di questa guerra che non ha risparmiato nessuno, neanche il mondo sanitario.

Non è lontano il ricordo in cui tutti abbiamo assistito alla fredda e giornaliera conta dei decessi e dei contagiati nella popolazione, semmai con un focus più sfocato sui dati relativi alle morti e ai contagi del personale infermieristico.

Non è un caso che l’OPI di Salerno abbia voluto inserire nel manifestato di celebrazione della Giornata il motto “OVUNQUE PER IL BENE DI TUTTI”.

La pandemia causata dal Covid-19 ha trasformato i modelli di vita delle persone sottoponendole a cambiamenti di natura sociale, economica e lavorativa, legati sostanzialmente alle conseguenze del lockdown e delle misure di contenimento della diffusione della malattia.

L’Italia, una delle nazioni più colpite in Europa, ha dovuto affrontare una crisi sanitaria senza precedenti, con gravi carenze organiche di professionisti sanitari e materiali di approvvigionamento dei dispositivi di protezione individuale, applicando modelli organizzativi nuovi, trasformando rapidamente strutture ospedaliere ed investendosi della responsabilità di essere esempio della gestione a livello Europeo.

Il mondo sanitario ha dovuto affrontare una sfida nuova, imprevista e di difficile gestione. In special modo, il Sistema Sanitario Nazionale italiano, già in profonda crisi prima dell’emergenza pandemica, soprattutto per la carenza di organici da dedicare all’assistenza, è stato sottoposto ad una prova di forza che ha superato grazie alla volontà, alla professionalità e al lavoro delle risorse umane che lo compongono.

I professionisti sanitari, infermieri, medici, personale socio-sanitario, per settimane sono stati al centro dell’opinione pubblica, a tratti anche elevati ad “eroi” in quanto in prima linea sul fronte dell’emergenza sanitaria che ha travolto il Paese, pur avendo svolto in realtà il lavoro che caratterizza la loro professione e il loro impegno deontologico-morale.

I benefici effetti di tanto impegno coincidono con il rallentato numero dei contagiati in concomitanza con la riduzione delle persone positive al virus anche tra il personale infermieristico.

Per questo la celebrazione della Giornata Internazionale dell’Infermiere, già nell’anno trascorso, non si è spenta con la pandemia.

In tutto questo durissimo periodo, il volto provato degli infermieri è diventato il simbolo dell’impegno per affrontare l’emergenza.

Oggi, nella Giornata internazionale dell’infermiere, va celebrato la vocazione di un servizio che ha rivestito, e rivestirà sempre di più, un ruolo fondamentale negli ospedali e nel rapporto con i malati e le famiglie sul territorio.

Anche sotto questo aspetto assume rilievo massimo l’asserzione dell’Opi di Salerno che, nel manifesto della Giornata, auspica l’avvento della “Infermieristica di prossimità per un sistema salute più giusto ed efficace”.

Il lavoro degli infermieri va sostenuto sempre per tutelare il diritto alla salute di tutti noi.

Va aggiunto che l’onore ai Caduti è dovuto per non vanificare il Loro sacrificio.

Cosimo Cicia, Presidente Opi Salerno

L’articolo Onore a tutti gli Infermieri morti di Coronavirus in Italia e nel mondo. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %