Scigliano (FIALS Rimini): “l’AUSL deve riconoscere il lavoro in eccetto agli operatori della Medicina 1 Covid”.

0 0
Read Time:2 Minute, 3 Second

E’ polemica a Rimini per il mancato riconoscimento eccedenza oraria lavoratori della Medicina 1 COVID. La FIALS scende in campo per difendere Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie.

Assunta Scigliano, commissario della FIALS di Rimini, è sul piede di guerra nei confronti dell’AUSL Romagna per il mancato riconoscimento dell’eccedenza oraria dei lavoratori della Medicina 1 Covid.

Lo fa capire bene in una lunga missiva inviata ai vertici aziendali attraverso cui chiede apertamente di rivedere il tutto e di dare ai lavoratori quello che spetta loro da contratto.

Ecco la missiva di Scigliano (FIALS).

La scrivente O.S. a seguito di numerose segnalazioni ricevute intende sollecitare codesta direzione al riconoscimento immediato dell’eccedenza oraria giornaliera come orario di lavoro, al personale assegnato alla U.O. in oggetto come previsto dall’accordo sottoscritto tra azienda AUSL Romagna ed O.O. S.S. in data 11-05-2020.

Nello specifico l’intesa sottoscritta “RECEPIMENTO E INTEGRAZIONE APPLICATIVA AL VERBALE DI CONFRONTO REGIONALE AREA COMPARTO SSN 30 APRILE 2020 EMERGENZA COVID – 19” prevede “per tutto il personale impegnato nei reparti COVID il riconoscimento come orario di lavoro dell’eccedenza oraria maturata al termine del turno fino ad un massimo di 30 minuti per il periodo dal 21.2.2020 mantenendo un monitoraggio costante anche in relazione al rallentamento dell’epidemia fino alla chiusura, definita da normativa nazionale, dello stato di emergenza COVID 19.

A partire dal mese di ottobre 2020 alla data odierna quanto sopracitato risulta essere stato disatteso, pertanto la s.v. risulta essere inadempiente nei confronti dei lavoratori coinvolti.

Questa situazione che perdura ormai da mesi crea non solo malcontento e tensioni all’interno dell’equipe, già profondamente provata dal perdurare dell’epidemia, ma genera per gli stessi anche un potenziale danno economico. Riteniamo che tale mancanza sia totalmente in spregio all’impegno ed al sacrificio messo in campo quotidianamente e con grande professionalità da parte degli operatori.

Pertanto, si sollecita codesta direzione ad effettuare un controllo immediato della situazione sopracitata ai fini della risoluzione definitiva della problematica esposta.

Si richiede infine che tale verifica sia estesa a tutte le aree che per caratteristiche e criteri relativi alla gestione COVID- 19 risultano ammissibili al beneficio ed al riconoscimento di quanto previsto dall’intesa in premessa.

In attesa di riscontro porgo cordiali saluti.

Assunta Scigliano – Commissario FIALS RIMINI

L’articolo Scigliano (FIALS Rimini): “l’AUSL deve riconoscere il lavoro in eccetto agli operatori della Medicina 1 Covid”. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %