Tassa iscrizione agli Ordini per Infermieri, Ostetriche e Professioni Sanitarie pagata da AUSL. Sentenza in Romagna.

0 0
Read Time:1 Minute, 19 Second

CISL FP. La Tassa di iscrizione agli Ordini degli Infermieri, delle Ostetriche e delle Professioni Sanitarie deve essere pagata dall’AUSL. Sentenza in Emilia Romagna.

La CISL FP della Romagna fa sapere che ben presto le tasse di iscrizione agli Ordini degli Infermieri, delle Ostetriche e delle Professioni Sanitarie potrebbe essere ad appannaggio dell’Azienda sanitaria o ospedaliera pubblica di appartenenza.

Vinta l’ennesima causa promossa dal sindacato: “i professionisti sanitari che sono in regime di esclusività non devono pagare la tassa di iscrizione all’Ordine, che dovrà essere a carico esclusivo dell’Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna“.

E dall’Emilia Romagna potrebbero scatenarsi da lunedì una serie di ricorsi per chiedere il pagamento di quanto dovuto alle aziende sanitarie ed ospedaliere pubbliche.

Il principio è sempre lo stesso: vuoi l’esclusività, mi paghi l’iscrizione all’Ordine e me lo paghi per i 10 anni in cui ho lavorato per te.

Infatti, secondo quanto riferisce la CISL FP, sarebbe stata “riconosciuta la prescrizione decennale: l’azienda dovrà riconoscere i costi sostenuti dai professionisti sanitari negli ultimi 10 anni”.

Si tratta secondo il sindacato cislino di un traguardo fondamentale “perché sancisce un principio importante, che auspichiamo possa essere recepito nel prossimo rinnovo del CCNL, a beneficio di tutti i lavoratori”.

La AUSL accetterà la sentenza? Vedremo, intanto è un primo passo avanti verso la risoluzione di un problema che attanaglia le professioni sanitarie non mediche da ormai diversi lustri.

L’articolo Tassa iscrizione agli Ordini per Infermieri, Ostetriche e Professioni Sanitarie pagata da AUSL. Sentenza in Romagna. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %