Infermieri costretti a fare gli OSS. C’è chi continua a non voler capire.

Nel nostro Paese gli Infermieri, con la scusa della mancanza di personale, sono costretti spesso a fare gli OSS. E c’è chi continua a non voler capire.

Egr. Direttore,

già nel 1985 la Cassazione con sentenza n.1078 del 09/02, chiari’ allora che non competevano all’infermiere Professionale, oggi laureato, ma al personale subalterno (allora, infermieri generici, ausiliari specializzati, Ota, Oss) le mansioni igienico-domestico-alberghiere e precisamente: riassettare il letto e cambiare la biancheria; smaltire le sacche di urina; sostituire i pannoloni,rispondere ai campanelli di richiesta domestica e alberghiera; soddisfare richieste che attengono alle necessità quotidiane dei pazienti; alzare e abbassare le tapparelle; aprire e chiudere le finestre; alzare e abbassare lo schienale del letto; aprire una bottiglia; riempire un bicchiere d’acqua; porgere il telefonino, gli occhiali, la dentiera, una bottiglietta, ecc.; accendere e spegnere la televisione; prendere le lenzuola; chiudere la porta; chiamare un parente al telefono; prendere dall’armadio vestiti, scarpe, calzini; vestire e movimentare il paziente alzandolo di peso nel letto; sollevare il paziente dal letto / carrozzina / comoda e viceversa il più delle volte da solo per accompagnarlo al bagno; usare le padelle e i pappagalli, svuotarli e pulirli; pulire le bacinelle ed ogni presidio usato dal dal paziente; imboccare i pazienti non autosufficienti; effettuare le cure igieniche, vestire il paziente; barellamento dei pazienti a mezzo di carrozzina, barella e letto per il trasportarli verso altri servizi; preparare, lavare ed asciugare il materiale da sterilizzare; pulire, controllare e rifornire i carrelli e gli armadi di servizio; smaltire il materiale sporco usato per l’assistenza; spostare tra le stanze materassi, letti interi e comodini”.

Ricordiamo che In Italia la Corte Suprema di Cassazione è al vertice della giurisdizione ordinaria; tra le principali funzioni che le sono attribuite dalla legge fondamentale sull’ordinamento giudiziario del 30 gennaio 1941 n. 12 (art. 65) vi è quella di assicurare “l’esatta osservanza e l’uniforme interpretazione della legge”.

Insomma, per assicurare una qualità assistenziale elevata nel SSN che metta in sicurezza i cittadini e gli operatori, la politica si deve impegnare ad un cambio di passo perché la prevenzione delle INFEZIONI OSPEDALIERE (ICA) E DELL’ANTIBIOTICO RESISTENZA, oltre che la qualita delle CURE, NON INIZIANO dal lavaggio delle mani ma da un adeguato e organizzato numero di medici, infermieri e operatori di supporto e delle restanti 22 professioni sanitarie.

Alfio Stiro, Infermiere e sindacalista

L’articolo Infermieri costretti a fare gli OSS. C’è chi continua a non voler capire. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.