Treviso, irriducibile no vax morto di Covid. L’appello del figlio: “Vaccinatevi”

0 0
Read Time:1 Minute, 41 Second
Treviso, chirurgia robotica "live" per medici e infermieri

Virginio Parpinello, 65enne di Vittorio Veneto, è stato stroncato dal virus domenica mattina.

Virginio Parpinello, per gli amici Ilves, era un papà, un elettricista e un tenace indipendentista. Aveva 65 anni, viveva a Vittorio Veneto (Treviso) e non era vaccinato. Il suo rifiuto era categorico, tanto da aver convinto anche la moglie Tiziana a non aderire alla campagna vaccinale. Purtroppo è morto domenica mattina, proprio a causa del Covid-19, meno di un mese dopo il contagio, nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale di Treviso, dove era stato ricoverato d’urgenza per colpa di quel virus a cui non credeva, che non riteneva dannoso.

«Riteneva l’epidemia una montatura e il vaccino un’imposizione – racconta il figlio Davide al Corriere della Sera –. Era sano, non aveva patologie. Ho provato più volte a convincerlo, non mi ha mai voluto ascoltare. Ora spero che questa vicenda possa essere d’aiuto a chi è dubbioso. Mia madre si è pentita e, appena potrà, si vaccinerà. Ha capito che è importante e lo sta dicendo a tutti. E questo è il nostro appello: vaccinatevi».

Irriducibile oppositore del Green Pass e sostenitore delle tesi complottiste, a inizio estate Parpinello aveva partecipato a un raduno no vax al seguito del sindaco indipendentista (e medico) Riccardo Szumski, sostenitore delle “terapie domiciliari precoci”. «Prima del Covid papà non era un no vax e noi figli siamo tutti vaccinati – continua Davide –, ma da quando era scoppiata l’epidemia si era convinto che ci fosse qualcosa dietro. Si fidava solo di alcune idee che aveva letto e sentito in giro».

Redazione Nurse Times

L’articolo Treviso, irriducibile no vax morto di Covid. L’appello del figlio: “Vaccinatevi” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %