Infermieri, OSS e Medici minacciati, inseguiti e aggrediti. Il Piano B dei no vax è la violenza.

0 0
Read Time:2 Minute, 22 Second

Infermieri, OSS e Medici minacciati, inseguiti e aggrediti. Il piano B dei no vax è la violenza tipica di chi non ha contenuti validi.

Infermieri, OSS e Medici minacciati, rintracciati e aggrediti.

Siamo ormai alla Fase 2 del confusionario piano no vax di ottenimento della ragione: quello dell’imposizione violenta del proprio pensiero.

Lupi travestiti da agnelli che non si arrendono al fallimento di non aver saputo attrarre grandi masse con le loro idee.

Certamente l’assoluta mancanza di qualsiasi fondamento scientifico reale avrà sicuramente giocato un ruolo chiave ma non è soltanto questo. Sono stati moltissimi i casi in cui no vax convinti si sono ricreduti pubblicamente una volta contagiati.

Purtroppo in questo popolo di San Tommaso, l’incredulità viene ineluttabilmente ribaltata dalle intubazioni e dai caschi ventilatori. Severo ma giusto, dato che per molti non bastano le prove scientifiche.

In assenza di risposte, la più comoda è la violenza.

E’ quindi questa assenza di ribattute efficaci che porta il popolo no vax al Piano B. Si abbandonano i già scarsi abbozzamenti di contenuto pseudo-scientifico per arrivare all’arroganza, all’offesa, alla violenza e all’intimidazione.

E allora si imbrattano Hub vaccinali, si aggrediscono infermieri, medici e oss, si scrive sui muri e si rompono i vetri delle auto.

Carglass ringrazia. Ma sarebbe interessante sapere in che modo, secondo questi illuminati, il dibattito scientifico sulla valenza o meno di un vaccino possa essere arricchito da un parabrezza spaccato.

Un sistema “troppo” organizzato.

Viene riportato da più parti l’esistenza di un gruppo telegram con moltissime persone (centinaia? migliaia?) da tutta Italia dove vengono segnalati medici, giornalisti, personale sanitario da “colpire”. Ma anche attività commerciali da evitare o titolari da offendere.

Vengono condivisi profili social e numeri di telefono da bombardare con minacce.

Addirittura esiste un sistema di camuffamento numerico che non permette il tracciamento del numero da cui si viene minacciati, facendolo risultare in uno stato estero.

Insomma, almeno in questo sono bravi. Possibile che semplici cittadini uniti da un’idea siano così tecnologicamente organizzati?

Queste dinamiche ricordano molto le “manifestazioni pacifiche” dove a un certo punto spuntavano molotov. E cresce ogni giorno il dubbio di infiltrazioni ad hoc da parte di gruppi dediti a generare caos e violenza.

Il dibattito è fallito, così come la crociata no vax.

Il dibattito è fallito e così anche la crociata no vax. Entro fine mese l’80% della popolazione sarà vaccinata e nei mesi a seguire il numero crescerà.

Nelle prossime settimane si aspettano manifestazioni sempre più violente. Del resto l’animale più pericoloso è quello morente, perchè non ha più niente da perdere.

Ed ammettere la sconfitta richiede uno spessore personale evidentemente fuori dalla portata del popolo no vax.

L’articolo Infermieri, OSS e Medici minacciati, inseguiti e aggrediti. Il Piano B dei no vax è la violenza. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %