Coordinamento Nazionale Associazioni OSS: MIGEP si dice inclusivo e risponde al collega Roberto Genovese.

0 0
Read Time:6 Minute, 2 Second

Pubblichiamo l’intervento di Angelo Minghetti, presidente della federazione MIGEP, in risposta al collega OSS Roberto Genovese: “noi siamo inclusivi”. Animi accesi in vista della realizzazione del Coordinamento Nazionale delle Associazioni degli Operatori Socio Sanitari.

Forse il collega Roberto Genovese, con il suo articolo su Assocarenews.it, pubblicato il 27 agosto non ha compreso il problema che abbiamo voluto esporre. Migep è una federazione Nazionale delle professioni sanitarie e socio sanitarie e di per sé è una federazione pluralista, la più vecchia se permettete e da 20 anni e più è “sul pezzo”.

La federazione Migep ha costruito risultati concreti e non sterili ma non siamo abituati a fare elenco di vittorie e sconfitte; Per far capire quanto riteniamo sia assurdo voler trovare la famosa “quadra” basti pensare che la federazione Migep ha istituito da anni la giornata nazionale dell’OSS il giorno 29 maggio in cui puntualmente ogni anno, a Roma, veniamo ricevuti dal ministero della salute per fare il punto della situazione, per portare le nostre richieste e per avviare nuovi confronti, giornata riconosciuta anche dalle organizzazioni sindacali. Giornata, quella dell’oss che abbiamo ampiamente pubblicizzato, diffuso, invitato a partecipare chiunque, Risultato? Associazioni nascenti hanno istituito altre giornate nazionali dell’Oss, creando divisionismo, più si dividono, più si moltiplicano creando malumore e frantumazione nella categoria.

Noi ci chiediamo dopo questo esempio, che è uno tra i tanti, come si può pensare di unire associazioni che dopo Migep altro non hanno fatto che andare per la loro strada senza arrivare mai ad un confronto e assenti sui veri temi con incompatibilità caratteriale di chi li guida, dimostrando protagonismo, associazioni corporative con vedute divergenti tra loro, associazioni interni ai sindacati, associazioni poco rappresentative. D’altro canto siamo certi di ciò che abbiamo costruito in questi anni e i risultati che abbiamo ottenuto insistendo in ogni modo sui temi come il ruolo sociosanitario e l’inserimento dell’oss in area sociosanitaria all’interno della legge 3/18, presentando di volta in volta emendamenti su emendamenti, attraverso personalità della politica e del mondo tecnico sanitario che hanno voluto seguirci e aiutare la categoria; anche nel DL Boldrini sulla revisione della formazione oss, alla costituzione della carta etica per l’oss, lavoro usurante, registro nazionale, al contrario delle altre associazioni che altro non hanno fatto che perseguire proposte sterili come elenchi e tabulati regionali di scarso valore applicativo .

Federazione MIGEP è inclusiva e aperta a rappresentare la categoria in ogni sua anima, ma non accadrà il contrario, non saremo noi a dover far quadrare questo cerchio che altri hanno contribuito a frammentare, la domanda quindi non è se la federazione Migep ci stà ma Roberto Genovese ci sta? Gli oss ci stanno? Queste associazioni ci stanno?

Il sig. Roberto Genovese ha un mandato scritto da tutte le associazioni che indica che è l’intermediario verso la Federazione Migep? Da quello che sappiamo, non esiste nulla di quanto lui indica, anzi, sappiamo che alcune associazioni l’hanno espulso, e notiamo nel suo articolo un “egocentrismo” di un ruolo che non ha.

Alla Federazione Migep non è pervenuto nulla da parte di queste associazioni in merito a quanto i sig. Roberto ha dichiarato (sogni o sogniamo? Plurale o singolare? Quindi il sig. Roberto parli al singolare).

Lo avevamo capito da tempo, e oggi abbiamo l’assoluta certezza, solo parole, perché creare tutto questo rumore per un incontro con la Fnopi? Allora ci chiediamo, come mai escono con questi articoli provocatori e gratuiti, perché confondere le idee, e come sparare su una categoria stanca di una situazione insostenibile e poco chiara.

Il Dado è tratto! Cita l’ultimo articolo su Assocarenews del 27 agosto, l’obbiettivo di un “coordinamento delle associazioni degli oss” è quasi raggiunto, l’obbiettivo di chi? Di alcune associazioni escluse dall’incontro con FNOPI? O di quelle che non hanno contenuti e proposte da presentare? Oppure pensieri di soggetti egocentrici? O di associazioni non rappresentative? Non c’è nessun interesse da parte della politica e sopratutto dal Ministero di voler dare unità associativa alla categoria Oss, nulla di cui siamo al corrente ci fa credere in questo; inoltre, la Fnopi non ha potere di unire le varie associazioni in un coordinamento oss, o riconoscerlo attraverso un patentino, ma può solo dialogare.

Non ci sottraiamo al confronto, ma se si vuole creare davvero questo coordinamento degli OSS attendiamo di valutare un documento di proposta, e la federazione Migep sarà protagonista del documento che ovviamente dovrà essere concertato e condiviso e sottoscritto da tutte le associazioni e se si vuole anche dai sindacati, dopodiché si potrà dire se il dado è tratto o no, perché ad oggi, oltre a due articoli pubblicati su Assocarenews.it non c’è nulla.

Mentre gli altri fanno rumore, noi abbiamo costruito un documento importate con la Fnopi sulla nuova formazione OSS, con la partecipazione e la collaborazione di colleghi oss. Un documento che rispecchia le linee del documento sottoscritto nel 2012, un documento che ha fatto da trampolino per il DL della Boldrini; cerchiamo soluzioni di dialogo concreti, saldando da 5 anni una forte partnership a livello nazionale di carattere scientifico e tecnico con il forum risk management portando l’oss come attore all’interno di questi eventi.

La federazione Migep è l‘unica federazione riconosciuta al Ministero che ha chiesto e ottenuto il tavolo tecnico sul ruolo, funzioni, formazione e programmazione del fabbisogno dell’operatore socio sanitario, approvato da tutti i Sindacati, Ipasvi ora (FNOPI), Ostetriche, Regioni, Ministero, Migep, sottoscrivendo un documento pienamente condiviso da tutti, costituendo un tassello fondamentale per risolvere le problematiche che caratterizzano l’oss, divenendo la base del disegno di legge Boldrini da noi condiviso e condiviso da tutti i sindacati.

Siamo l’unico soggetto come OSS che è stato presente al ricorso al Tar e al Consiglio di Stato improntato dagli OPI e dalla Fnopi sulla delibera della Regione Veneto sull’oss complementare, le altre associazioni non si sono presentate.

La federazione Migep è stata l’unica a essere coinvolta dal Comitato Tecnico Scientifico sulla formazione OSS Covid 19, è stata in prima linea affianco a tutti gli operatori socio sanitari in difficoltà nel periodo di pandemia, ed è stata l’unica che ha prontato ricorsi sull’area socio sanitaria.

Affermiamo fortemente a tutti, che il Migep è una Federazione, non è un’associazione, ha le idee chiare sugli obiettivi da raggiungere per la professione dell’operatore socio sanitario.

Contribuire con la federazione Migep è dare voce alla categoria in contesti di confronto importanti e non da strilloni da fiera, porta ad avere un’immagine seria e credibile.

Non si può mettere la rappresentatività e l’attività della federazione Migep sullo stesso piano di associazioni assenti sull’evoluzione della professione OSS.

Sperando di aver chiarito a tutti i colleghi, la differenza tra noi e le altre associazioni, la federazione Migep porge cordiali saluti a tutta la categoria.

Per la Segreteria Nazionale Migep
Angelo Minghetti

Leggi anche:

Roberto, OSS: “sogniamo una Federazione nazionale delle Associazioni degli Operatori Socio Sanitari, il Migep ci sta?”.

Nascerà il Coordinamento Nazionale delle Associazioni degli Operatori Socio Sanitari: il dado è tratto.

L’articolo Coordinamento Nazionale Associazioni OSS: MIGEP si dice inclusivo e risponde al collega Roberto Genovese. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %