Raid no vax al Centro Vaccinale, danni e vandalismo. Medici e Infermieri non ci stanno!

0 0
Read Time:2 Minute, 44 Second

Raid no vax al Centro Vaccinale, vandalismo e danni: Medici e Infermieri non ci stanno. Per fortuna non sono arrivati alle dosi.

Raid no vax al Centro Vaccinale del Mandela Forum e al Drive Through di Empoli.

La scorsa notte un gruppo di no vax ha preso di mira le due postazioni dell’AUSL Toscana Centro compiendo atti di vandalismo.

Cartelli e insegne imbrattati, scritte sugli arredi e sul marciapiede: la situazione indecorosa ha fatto emergere tutto lo stile no vax.

Ad Empoli, al centro per l’effettuazione dei tamponi, scritte con la vernice del tipo “Non fate il tampone” e “basta menzogne”.

Al Mandela Forum di Firenze, invece, i messaggi sono stati “Non fate il vaccino”, “Il vaccino uccide anche sotto i 50 anni” e cose simili. Pare vi siano tracce di un tentativo di ingresso all’interno della struttura, probabilmente per raggiungere i frigoriferi contenenti le dosi di vaccino.

Sulla vicenda sta indagando la Digos che, ci giunge in esclusiva, avrebbe già individuato alcuni profili.

Medici e Infermieri non ci stanno e sale la preoccupazione.

Medici e Infermieri sono stati i primi ad accorgersi dell’atto vandalico all’arrivo a lavoro la mattina seguente. Sale la preoccupazione perchè il clima sta cambiando.

Questa la testimonianza di uno dei Medici del Mandela al Corriere Fiorentino “Si sta alzando la tensione. La settimana scorsa c’è stata qui davanti una manifestazione di 50-60 no vax che hanno insultato noi e le persone che erano in coda, per fortuna portati via subito dai carabinieri. Ma spesso arrivano alla spicciolata, si appoggiano alla transenna e ripartono con le loro assurdità, urlano alla gente che i vaccini fanno male, ci chiedono di andarcene”.

Un pò di sconforto da parte della collega Infermiera di Empoli. “Noi siamo a fare tamponi tutto il giorno, con 40 gradi, con le tute, senza bere, non ci possiamo toccare nemmeno per sostenerci l’un l’altro, e ci ritroviamo attaccati così. C’è tanta gente che ancora sta male, che non respira, li ho visti in rianimazione a Cisanello dove sono stata 5 mesi, li ho visti morire. E ancora c’è chi dice che è tutto falso. Finché ci sarà gente che nega la realtà, non ne usciremo”.

Roberto Romano, infermiere e Presidente della Società Scientifica SIIET, ha così commentato i fatti “Quanto sta accadendo in certi centro vaccinali e drive through è di una gravità inaudita perchè rappresenta un rifiuto. Il rifiuto della scienza, il rifiuto degli sforzi che vengono fatti da Infermieri e professionisti per cercare di mantenere la salute pubblica ed il rifiuto di uno sforzo di comunità contro un problema che sta colpendo tutti. Il tutto alla luce dell’ignoranza e della non conoscenza dei temi che si pretende di andare a toccare, del non rispetto di quella che è la scienza e la conoscenza di quello che ci troviamo di fronte. Sono situazioni assolutamente sgradevoli e anche demotivanti per il personale addetto a questo tipo di servizio e che vanno sanzionate pesantemente”.

Eventi come questi non fanno altro che certificare un’ulteriore volta come l’evidenza scientifica si trovi a misurarsi esclusivamente con l’ottusa ignoranza.

L’articolo Raid no vax al Centro Vaccinale, danni e vandalismo. Medici e Infermieri non ci stanno! proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %