Turni aggiuntivi in RSA per Infermieri dipendenti pubblici. La richiesta di OPI La Spezia.

0 0
Read Time:1 Minute, 16 Second

Via il vincolo di esclusività per gli infermieri dipendenti pubblici. La soluzione richiesta da OPI La Spezia per superare la carenza di infermieri nel settore privato.

Nelle strutture private è crisi di personale a causa delle ingenti chiamate del settore pubblico a fronte dell’emergenza Covid-19.

“Quasi ogni giorno” spiega Francesco Falli, presidente dell’OPI La Spezia “ci raggiungono telefonate o mail di responsabili di questo settore: ci chiedono nominativi di infermieri per assunzioni immediate, anche a tempo indeterminato. Ma contrariamente a un tempo che fu, non ci sono colleghi a disposizione”.

Sul sito ufficiale dell’Ordine spezzino, la proposta: superare il vincolo di esclusività per superare la crisi.

“La nostra proposta, già avanzata nel corso del 2020, è quella di ”derogare” con chiarezza al vincolo di esclusività che blocca i dipendenti pubblici, permettendo a quegli Infermieri che lo vogliono di andare a effettuare turni nelle strutture private, ovviamente in pieno accordo contrattuale, retribuiti e nel rispetto delle leggi sui tempi del riposo (Legge 161/14). Cosa che ad esempio alcune Regioni stanno facendo con la professione medica, per allentare le ormai lunghe liste d’attesa su interventi chirurgici non urgenti, permettendo a medici dipendenti ASL di agire nella Sanità privata convenzionata al fine di abbattere le liste, secondo quanto abbiamo letto e sentito di prima mano da professionisti di altre realtà: il tutto naturalmente deliberato e autorizzato da precisi percorsi amministrativi”.

L’articolo Turni aggiuntivi in RSA per Infermieri dipendenti pubblici. La richiesta di OPI La Spezia. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %