L’OSS non può gestire un catetere venoso periferico e non può staccare l’ago cannula.

0 0
Read Time:1 Minute, 12 Second

E’ compito dell’Infermiere e del Medico gestire o staccare l’ago cannula ad un Paziente. Gli OSS non ne hanno la competenza e rischiano l’abuso di professione.

L’Infermiere o il Medico che chiedono all’Operatore Socio Sanitario (OSS) di gestire o addirittura di “staccare” un ago-cannula (catetere venoso periferico) sanno bene di attribuire una procedura fuorilegge.

Il Catetere Venoso Periferico o Accesso Venoso Periferico è un presidio medico che può essere impiantato, gestito o rimosso solo ed esclusivamente da Medici, Infermieri, Infermieri Pediatrici e Ostetriche/i.

Gli OSS non ne sono competenti e non possono assolutamente manovrarlo. L’Operatore Socio Sanitario si deve attenere solo ed esclusivamente a quanto sancito dal suo Profilo.

In caso contrario commette un illecito e nello specifico un abuso di professione medico-infermieristica sanzionabile con multa ingente o addirittura con la galera.

Pertanto ribadiamo che:

  • l’OSS non può impiantare, gestire o rimuovere il CVP;
  • il Medico o l’Infermiere non possono costringere l’OSS a impiantarlo, gestirlo o rimuverlo.

E voi cosa ne pensate in merito?

Leggi anche:

Stefano, OSS: “fingevo manovre infermieristiche per essere accettato”.

Profilo Professionale dell’OSS. Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2001. Ambiti di lavoro e competenze.

OSS costretto a fare l’Infermiere: indotto all’abuso di professione per lavorare!

L’articolo L’OSS non può gestire un catetere venoso periferico e non può staccare l’ago cannula. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %