Steatosi epatica non alcolica: prevenzione con gli spinaci

0 0
Read Time:2 Minute, 6 Second
Malattia del fegato grasso non alcolica, un aiuto dagli spinaci

Il consumo di spinaci potrebbe prevenire o diminuire il rischio di sviluppare steatosi epatica non alcolica (NAFLD). A evidenziarlo è uno studio pubblicato su BMC Gastroenterology. Secondo la ricerca, un consumo maggiore di questa verdura diminuisce la possibilità di andare incontro al fegato grasso e alle sue complicanze.

Gli spinaci hanno alti antiossidanti e polifenoli e hanno mostrato effetti protettivi contro le malattie del fegato in studi sperimentali. Abbiamo mirato a valutare l’associazione tra l’assunzione alimentare di spinaci e le probabilità di steatosi epatica non alcolica (NAFLD) in uno studio caso-controllo tra adulti iraniani” hanno scritto nel lavoro Ebrahim Mokhtari e colleghi del Nutrition and Endocrine Research Center presso Shahid Beheshti University of Medical Sciences, una delle tre università mediche di Teheran in Iran.

Nello studio sono stati reclutati in totale 225 pazienti con NAFLD di nuova diagnosi e 450 controlli, di età compresa tra 20 e 60 anni. Le assunzioni dietetiche dei partecipanti sono state raccolte utilizzando un questionario semiquantitativo di frequenza alimentare (FFQ) di 168 elementi valido e affidabile. Il test di regressione logistica è stato utilizzato per valutare l’associazione tra spinaci dietetici totali, crudi e bolliti con le probabilità di sviluppare NAFLD.

L’età media (DS) e il BMI dei partecipanti (53% maschi) erano rispettivamente 38,1 (8,8) anni e 26,8 (4,3) kg / m2. Nel modello finale aggiustato per potenziali fattori di confondimento, le probabilità (95% CI) di NAFLD negli individui nel terzile più alto dell’assunzione giornaliera totale e cruda di spinaci erano [0,36 (0,19-0,71), P_trend = 0,001] e [0,47 (0,24- 0,89), P_trend = 0,008], rispettivamente rispetto a quelli nel terzile più basso. Inoltre, nelle analisi aggiustate, è stata osservata un’associazione inversa tra l’assunzione annuale più alta rispetto al consumo di spinaci non crudi e le probabilità di NAFLD [(OR 0,41; IC 95% 0,18-0,96), P per trend = 0,013]. Tuttavia, non c’era alcuna associazione significativa tra una maggiore assunzione di spinaci bolliti e le probabilità di NAFLD.

L’articolo Steatosi epatica non alcolica: prevenzione con gli spinaci scritto da Cristiana Toscano è online su Nurse Times.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %